VITA DA IAD

Jennifer Cuppone

05 Gennaio 2021

Nessun commento

Coloranti alimentari

PAURA EH?

Colore, colore e ancora colore!

Nella vita di tutti i giorni dobbiamo circondarci di colore, perché fa stare bene!

Ma quelli alimentari fanno male?! Di cose assurde sui coloranti alimentari ne ho sentite tante e vorrei approfittare per sfatare qualche mito e leggenda metropolitana…

Per fare il rosso non viene spremuta nessuna coccinella! Si sono sempre usati i carapaci essiccati della cocciniglia, ma da tanto tempo ormai il colorante rosso di origine animale è stato sostituito dalla versione sintetica, in quanto in Europa ne è stato vietato l’utilizzo. Come riconoscerlo? E120 è quello di origine animale, i sostituiti adesso presenti sono E122, E124 e E132.

La famosa dicitura “possono influire negativamente sull’attività e l’attenzione del bambino” è obbligatoria per legge per alcuni coloranti, ma ricordate sempre che il problema è la quantità.

Sapete quanto colorante serve per una torta per 30 persone? La punta di un cucchiaino…per far male a un bambino dovrebbe mangiarselo un cucchiaino di colorante, cosa impossibile considerando che, data la concentrazione dei coloranti, hanno un sapore talmente amaro che sono immangiabili da soli.

E ultima cosa, il succo di barbabietola non è rosso e altri succhi non vi faranno diventare mai una torta di questo colore…in cottura i coloranti di origine naturale perdono saturazione e virano tonalità (torna in auge la grafica che è in me) diffidate di chi vi dice il contrario.

Articoli recenti

Marzo: 2021
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031